UPDATE 20/11/2018

Oggi era prevista una nuova udienza presso il Tribunale di Appello di San Pedro de Macoris.

Purtoppo é stata rinviata dovuto a problemi relativi al trasporto dei carcerati provenienti da La Romana.

La prossima udienza é stata fissata per il giorno MARTEDI 18 DICEMBRE 2018.

UPDATE 31/10/2018

Udienza del 30/10/2018 alla quale hanno assistito  due nostri  incaricati,

Premettendo che l’avvocato che ha difeso il Vulso in altre occasioni e che non si è presentato all’udienza di circa un mese fa, non si è presentato nemmeno oggi.

La nostra avvocata si è dichiarata pronta per andare al fondo oggi stesso però dall’altra parte, per la prima volta da quando questo caso viene seguito in sede di appello, il rappresentante legale dei familiari della vittima hanno chiesto un rinvio (le volte scorse notavo una certa “premura” ad andare al fondo), perché ritengono che doveva essere convocato un fratello che non si è presentato.

La nostra avvocata ha ricordato che il legale dei familiari della vittima é il rappresentante di tutte e 5 queste persone e che quindi non si spiega perché si possa ritenere giustificata per mancanza di convocazione tramite ufficiale giudiziario l’assenza di uno dei fratelli.

Il giudice ha deciso per il rinvio.

In ogni modo, la prossima udienza é stata fissata per il giorno 20 novembre e credo proprio che non ci saranno successivi rinvii.

PRIMA NOTIZIA 23/10/2018

Wagner V., di 68 anni di etá, é un cittadino italiano detenuto presso il carcere di La Cucama (La Romana – REPUBBLICA DOMINICANA).

Nel 2014, é stato arrestato ed accusato di omicidio.

La vittima, un cittadino dominicano senza una identitá accertata per mancanza di atto di nascita, é stata ritrovata a circa 100 metri dalla sua propietá, privo di vita per via di un colpo di pistola

Le testimonianze, le prove presentate dal PM e la mancanza di un movente, a nostro avviso, sono elementi insufficienti per ritenere con certezza che il nostro connazionale sia colpevole del reato che gli viene imputato.

Inizialmente era stata fissata una misura cautelare di 3 mesi di carcere in attesa del processo, che a causa dei numerosi rinvii sono diventati 3 anni e quindi risulta evidente che sia stato leso il suo diritto a un giusto processo. Wagner V. é stato condannato in primo grado, nel mese di febbraio di quest’anno, a scontare una pena di 10 anni.

Il nostro connazionale, oltre a non avere piú disponibilitá economiche, si trova anche in condizioni di salute precarie (aneurisma dissecante di aorta e aorta sclerosi).

Sono giá stati fatti diversi tentativi per richiedere la scarcerazione del connazionale da parte delle nostre istituzioni, anche e soprattutto per motivi di salute, senza esiti positivi.

Nei prossimi giorni si conoscerá a fondo il ricorso in appello e la nostra Fondazione ha deciso di assistere con un nostro avvocato di fiducia il signor V., affinché possa usufruire del miglior supporto legale possibile e possa essere garantito il suo diritto di difesa

UPDATE 31/10/2018