Lo scorso 29 di gennaio, la nostra Fondazione ha ricevuto una segnalazione in merito ad un connazionale ricoverato presso una clínica pubblica di Santo Domingo, il signor Massimo Pieracci, proveniente dalla provincia di Pistoia e da pochi mesi trasferitosi in Rep. Dominicana.

Trovando il connazionale in condizioni cliniche delicate, ed impossibilitato ad un rimpatrio immediato, abbiamo contattato le autoritá competenti e ci siamo immeditamente messi in contatto con la famiglia in Italia.

Purtroppo il male feroce ed aggressivo che ha colpito il nostro connazionale, non lasciava ne’ tempo né speranze.

Nei pochi giorni passati tra la segnalazione e l’arrivo della sorella, non abbiamo potuto fare altro che assistere il connazionale atrraverso la nostra vicinanza e l’erogazione di fondi per sostenere alcune spese mediche che potessero aiutarlo ad alleviare il suo dolore. Una volta giunta la sorella dall’Italia, ci siamo messi a disposizione per assisterla a livello logistico, ed abbiamo cercato di starle vicino in un momento tanto delicato e doloroso.

Il male che lo aveva colpito non ha permesso un rimpatrio inmediato; purtroppo il connazionale é deceduto il 10 di febbraio scorso. Alcuni giorni dopo la salma è’ stata rimpatriata affinché potesse essere svolta la cerimonia funebre nella sua terra ed in presenza dei suoi cari.

Un caso che ci ha umanamente molto coinvolto. Siamo tutti molto vicini al dolore della famiglia.